Bellacoopia 2012

 

La Rete regionale Bellacoopia nell'Anno Internazionale delle Cooperative si è data un compito speciale. Approfondire con gli studenti i 7 principi della cooperazione attraverso un vero e proprio laboratorio di idee per esprimere ed interpretare, attraverso immagini, il significato attuale che ciascun principio riveste.
Obiettivo del laboratorio: dare vita a "BELLATUTTI", tante foto per rappresentare i 7 principi della cooperazione.


La finale del concorso è diventata così un appuntamento ancora più ricco. Nella cornice del Teatro Verdi di Cesena, nel vivo degli eventi della settimana del Buon Vivere, Legacoop Emilia-Romagna ha dato appuntamento a oltre 150 fra studenti e insegnanti provenienti  dai territori della Regione che hanno aderito alla Rete regionale Bellacoopia.


Otto i progetti finalisti scelti dalla giuria di esperti fra i 74 progetti presentati alle selezioni di Bologna, Modena, Reggio-Emilia, Parma, Rimini, Imola, Forlì-Cesena e Ravenna.


Nel corso della mattinata gli studenti, suddivisi in piccoli gruppi di lavoro, hanno collaborato insieme per la creazione degli scatti fotografici, nel rispetto dello spirito cooperativo, mettendo in pratica le proprie diverse abilità e specializzazioni per ottenere il miglior risultato finale. I rappresentanti di ciascun gruppo di studenti si sono succeduti, poi, sul palco del Teatro Verdi per illustrare la proprio foto.


Al termine della presentazione l’attesissima premiazione con la consegna dei premi per i progetti finalisti del Concorso Bellacoopia, che quest’anno sono stati strumenti ed attrezzature per le scuole che aderiscono all’iniziativa.


Al primo posto il progetto “Code” presentato dalla 3°H del Liceo artistico “Chierici” di Reggio Emilia, un’idea di cooperativa che mette insieme professionalità tecniche e psicosociali capaci di ridurre la vulnerabilità territoriale che emerge drammaticamente nel caso di calamità naturali.

La giuria ha premiato il progetto per la capacità di individuare una risposta ad un bisogno attuale nel territorio, coniugando sicurezza e sostenibilità, senza dimenticare l’importanza della dimensione sociale in situazioni di traumi collettivi, quali le calamità naturali.

I vincitori portano “a scuola” una lavagna interattiva multimediale.


***

Vedi i progetti finalisti e la classifica con le motivazioni assegnate dalla giuria di esperti.

 

Collegati alla pagina Facebook della Rete regionale Bellacoopia

 

Visita il sito della Settimana del Buon Vivere