Business plan


Tutte le startup, comprese quelle cooperative, si basano su un’idea di business, che deve essere chiara e sostenibile.
Lo strumento che le startup hanno per confrontarsi col mercato e verificare le proprie opportunità di sopravvivenza e di sviluppo è il business plan.

Il business plan è il documento che spiega per iscritto come la neocoop agirà per raggiungere i propri obiettivi. Quante persone lavoreranno, con quali mansioni e attrezzature, per quali clienti; dove e come si reperiranno le risorse economiche per iniziare e come verranno spese queste risorse.

Il business plan non è un esercizio virtuoso ma è uno strumento che aiuta a progettare, pianificare, organizzare e controllare la neo impresa.

Un buon business plan deve essere chiaro, completo e convincente.

Chiaro perché le ambiguità non aiutano a focalizzare bene gli obiettivi e di conseguenza a sviluppare un’azione economica efficace.

Completo perché nessun aspetto (economico, organizzativo e di mercato)  deve essere lasciato al caso.  Se ben fatto, il business plan può aiutare i neosoci a tenere sotto controllo il business finché l’impresa non decolla.

Convincente perché il business plan è anche uno strumento di presentazione per confrontarsi  con eventuali finanziatori e sostenitori, che devono avere tutte le informazioni per valutare il progetto imprenditoriale.

Legacoop, come associazione di riferimento delle cooperative, aiuta gli aspiranti cooperatori a ideare, comporre e testare un buon business plan. Per informazioni e suggerimenti basta rivolgersi agli sportelli di promozione cooperativa attivi nei diversi territori.


Funzioni del business plan

  1. Definire l’idea imprenditoriale e gli obiettivi da perseguire.
  2. Comprendere meglio l’ambiente attorno all’impresa: mercato, concorrenza, strategie e posizionamento.
  3. Analizzare la fattibilità finanziaria e l’attrattività economica di un investimento.
  4. Facilitare l’accesso alle fonti di finanziamento.

 
Contenuti indicativi di un business plan

  • Sintesi del progetto.
  • La cooperativa.
  • I prodotti o i servizi.
  • Un’analisi di mercato.
  • Un’analisi di settore e/o della concorrenza.
  • La strategia di marketing.
  • La struttura del management.
  • Il piano economico/finanziario.

 

Alcuni utili consigli su come formulare un business plan efficace:

Il Business Plan (a cura di Legacoop Modena)

Business plan (a cura di Legacoop Reggio Emilia)

Modello di Business plan (a cura della Regione Emilia-Romagna)

Business Model Canvas

Guida al business plan Aifi