Finale di Intrapprendere, a scuola di cooperazione

 
Si è svolta venerdì 29 maggio, presso la Camera di Commercio di Parma, la cerimonia di premiazione di Intrapprendere, il concorso di Legacoop Emilia Ovest rivolto alle scuole superiori di città e provincia. A condurre la mattina di festa è stato Diego, noto dj di Radio DeeJay, che ha intrattenuto il pubblico con quell'ironia e semplicità così amate dai suoi fedelissimi ascoltatori.
 
"Abbiate coraggio e non arrendetevi alle difficoltà!" - ha esortato Diego - "Non si finisce mai di lottare per realizzare i propri sogni e per affermare i propri talenti".
 
Hanno portato il loro saluto Nicoletta Paci, vicesindaco del Comune di Parma con delega ai Servizi Educativi, Isabella Benecchi, funzionario della Camera di Commercio; Andrea Volta e Maurizio Molinelli, presidente e vicepresidente di Legacoop Emilia Ovest.
 
Prima classificata “Euromedica coop.va” della 4° A Meccatronica dell'Itis Da Vinci. 
“Ingegneria e tecnica a servizio del bene delle persone. Un’idea efficace ed efficiente che insegna come il progresso e l’ingegno umano possano fare la differenza per migliorare la vita di tutti, soprattutto di chi ne ha più bisogno”.
 
Secondi classificati gli studenti della 4° E dell'Itg Rondani con la cooperativa “AmbientiAmoci”, premiati anche per la miglior presentazione. Terze classificate a parimerito la 4° B –Rim dell'istituto Paciolo D’Annunzio con la cooperativa “Twine” e la 4° F dell'Isiss Giordani con la cooperativa “Hope coop”, che ha ricevuto anche il premio per il miglior video realizzato.
 
Durante la mattina, sono stati consegnati anche i premi nell’ambito del concorso indetto dalla cooperativa sociale Eumeo, a cui hanno partecipato 50 studenti delle classi 3 C e 3 F del Giordani, indirizzo Grafico per la realizzazione del nuovo logo aziendale.
 
Giunta alla nona edizione, il concorso Intrapprendere si prefigge di trasmettere agli studenti delle classi aderenti la cultura e l'economia cooperative attraverso moduli di insegnamento che comprendono teoria e pratica. In particolare, obiettivo finale del corso è la costituzione di un'impresa simulata, dall'idea imprenditoriale alla stesura del business plan, dall'analisi di mercato alla redazione dello Statuto e la definizione dell'organigramma. Si tratta, quindi, di un percorso che si pone quale strumento di apprendimento sperimentale e molto coinvolgente per i ragazzi.
 
“L'associazione” – ha dichiarato il Vicepresidente Molinelli – “mette in pratica uno dei suoi valori fondativi: l'intergenerazionalità, ossia trasmettere alle future generazioni il patrimonio cooperativo sotto tutti i punti di vista. Auspichiamo che un giorno qualcuno di loro intraprenda veramente una scelta di autoimprenditorialità cooperativa".
 
I tutor di Intrapprendere sono stati la coordinatrice Vanessa Sirocchi, con Loretta Losi e Federica Bordone di Legacoop, affiancate dai professori Vincenzo Risolo (ITIS Da Vinci), Pietro Dallasta (ISISS Giordani), Giovanni Dassisti (IISS Paciolo – D'Annunzio) e Mara Troni (ITG Rondani). L’iniziativa parmense, che si inserisce nel network regionale Bellacoopia alla cui sfida finale parteciperà la classe prima classificata a livello locale, si avvale anche della collaborazione del notaio Massimiliano Cantarelli e del patrocinio della Camera di Commercio.
 
 

Parma | 8 giugno 2015