Finale Rete regionale Bellacoopia 2014

 
Modena, 12 novembre 2014 – Una bella giornata di idee, riflessioni e anche divertimento è quella che ha caratterizzato la Finale 2014 del Concorso Rete Regionale Bellacoopia, ospitata quest’anno alla Tenda di Modena, cui hanno partecipato oltre 100 ragazzi delle diverse provincie dell’Emilia Romagna. 
 
Una mattinata di laboratori dedicati al tema della “sovranità alimentare”, in collaborazione con Slow Food Emilia-Romagna e la cooperativa Alimos di Cesena. Un divertente e coinvolgente spettacolo di Silvio Panini, del teatro sostenibile “Koinè”, ha aperto la riflessione sul tema della sovranità alimentare e ha dato avvio al Bellacoopia LAB, un laboratorio creativo che permette di affrontare temi seri e coinvolgenti con la freschezza dei giovani, che ci mettono tutta la loro carica, le idee e la voglia di fare.
 
Ci si diverte, ma contestualmente il messaggio arriva forte e chiaro. 
 
I tutor di Slow Food e Alimos hanno coinvolto i ragazzi nei tre laboratori FAQ Waste, Le storie del cibo e Le strade del cibo, per inventare soluzioni brillanti contro lo spreco alimentare, individuare la vera identità dei cibi che consumiamo e comprendere il percorso che compie un prodotto alimentare dalla terra alla nostra tavola. Tanto entusiasmo da parte dei ragazzi, e tante idee brillanti presentate in apertura della sessione pomeridiana – condotta dall’inossidabile Strana Coppia di Radio Bruno -  e poi via alle premiazioni dei 6 progetti di cooperative start up che sono giunti alla finale. 
 
Dopo i saluti dei padroni di casa, Lauro Lugli Presidente di Legacoop Modena e Giulio Guerzoni, Assessore del Comune di Modena con la delega alle Politiche giovanili, sono stati Giovanni Monti, Presidente di Legacoop Emilia Romagna, e Gianluca Verasani, Direttore di Legacoop Modena, a salire sul Palco per le premiazioni; assieme a loro Mauro Giordani, Presidente della Fondazione Ivano Barberini e Elisa Petrini di Impronta Etica, componenti della Giuria. 
 
A portare a casa l’ambito primo premio (una lavagna interattiva multimediale) quest’anno è stata la classe 5F dell’istituto Cattaneo di Castelnovo ne Monti (RE) che ha ideato la start up BET - Bus Eco Tec  che utilizza i mezzi di trasporto elettrici e pertanto rispettosi della natura, per la scoperta turistica e didattica di luoghi meravigliosi e da conservare, in particolare il territorio dell’Appennino Tosco-Emiliano.  
 
Secondo premio (un notebook con video-proiettore) al progetto Pyrcoop dei ragazzi della 4° e 5° A informatica dell’ITIS Fermo Corni di Modena che hanno proposto un sistema per il monitoraggio del livello nei corsi d'acqua che ha lo scopo di prevenire o agire tempestivamente in caso di rischio allagamenti, esondazioni o alluvioni.
 
Terzo gradino del podio per il progetto Filosart della 4E dell’ISART Arcangeli di Bologna; a seguire L’energia ai tuoi piedi progettato dalla 5° EL del Liceo Alberghetti di Imola. Quinto premio ex aequo per i progetti Green Hope, della 5C dell’ITC Oriani di Faenza (RA), e Recooperiamo della 5E dell’ITG Rondani di Parma.
 
Scarica la descrizione dei progetti finalisti e leggi le motivazioni della giuria.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Scopri cosa è successo alla finale Rete regionale Bellacoopia 2014 e collegati alla pagina Facebook della Rete!!
 
Appuntamento con Bellacoopia al 2015!
 
 

15 novembre 2014